Arte e Musei
I Comuni della Val d’Orcia , adagiati fra la Valle e l’Amiata, hanno un territorio ricco di bellezze naturali e di testimonianze storiche e artistiche frutto della loro cultura millenaria.
Continua>>>

Natura e Territorio
………Paesaggio culturale patrimonio mondiale dell’UNESCO
Suzhov, Luglio 2004

La Val d’Orcia è un eccezionale esempio del ridisegno del paesaggio pre-rinascimento, che illustra gli ideali di buon governo e la ricerca estetica che ne ha guidato la concezione.
Celebrata dai pittori della scuola senese, la Val d’Orcia è divenuta un’icona del paesaggio che ha profondamente influenzato lo sviluppo del pensiero paesistico…..


Continua >>>

Le Terme

…..e le acque che sgorgano nelle piazze e negli antichi stabilimenti termali si trasformano in fossi caldi e fumanti che, fra cascate e "gore", si allontanano lasciando un bianco calcare...
Continua>>>


 
Le Sorgenti Termali

La storia geologica del territorio della Val d’Orcia ha inizio 5 milioni di anni fa quando nella zona era attivo il vulcano dell’Amiata.
Le acque piovane che penetrano in profondità danno vita a mille purissime sorgenti e freschi ruscelli, ma quelle che vengono a contatto con la residua attività vulcanica, riaffiorano come fumanti sorgenti termali con acque ricche di calcio, di zolfo ecc.


Terme di Bagno Vignoni:

Il nome di questo antico borgo deriva dal castello di Vignoni che ancora domina l'altura sopra il borgo.
Intorno ad una grande vasca rettangolare, entro cui sgorgano le acque termali,sono disposte le abitazioni, la chiesa di San Giovanni Battista, e il porticato di Santa Caterina. Dalla vasca, le acque raggiungono le antiche terme e da qui scendevano ad alimentare una serie di mulini disposti sul ciglio degradante verso il fiume Orcia

Terme di Bagni San Filippo

Centro termale posto a 524 m.di altezza sulle pendici del Monte Amiata Le sue acque termali sulfuree e ricche di carbonato di calcio scendendo a valle danno vita al "Fosso Bianco" con cascate e "gore" di calcare in mezzo a un ombreggiato bosco di alto fusto
I ritrovamenti di due necropoli romane testimoniano come il luogo fosse già frequentato nel I e II sec.d.C.
Le terme furono poi ristrutturate dai Medici. tanto che il Macchiavelli nella "Mandragola" raccomandava di "… prendere bagni a San Filippo…".

Ma tutta la zona per la sua origine vulcanica è ricca di terme più o meno famose e nel raggio di pochi Km si possono raggiungere le terme di Saturnia, di San Casciano, di Rapolano ecc



 

 
 

NEWS - OFFERTE - LAST MINUTE
Da SIMONE MARTINI a LUZI fino ad arrivare alla Val d'Orcia
Il 23 dicembre nella
Continua>>>

“Arte in Cantina: Piero Ardenghi pittore”
Durante il periodo di
Continua>>>

CARO AMICO ti scrivo .... (così mi distraggo un pò!)
Dalla Somalia.
Due mesi per me sono un po’ troppo lunghi e il
Continua>>>

MOSTRA FOTOGRAFICA SULLO ZAMBIA
Nella Vecchia Cantina de ”il Vecchietta” a
Continua>>>

LETTERE DALLO ZAMBIA II°
A Kapepa c’è una piccola
Continua>>>