Arte e Musei
I Comuni della Val d’Orcia , adagiati fra la Valle e l’Amiata, hanno un territorio ricco di bellezze naturali e di testimonianze storiche e artistiche frutto della loro cultura millenaria.
Continua>>>

Natura e Territorio
………Paesaggio culturale patrimonio mondiale dell’UNESCO
Suzhov, Luglio 2004

La Val d’Orcia è un eccezionale esempio del ridisegno del paesaggio pre-rinascimento, che illustra gli ideali di buon governo e la ricerca estetica che ne ha guidato la concezione.
Celebrata dai pittori della scuola senese, la Val d’Orcia è divenuta un’icona del paesaggio che ha profondamente influenzato lo sviluppo del pensiero paesistico…..


Continua >>>

Le Terme

…..e le acque che sgorgano nelle piazze e negli antichi stabilimenti termali si trasformano in fossi caldi e fumanti che, fra cascate e "gore", si allontanano lasciando un bianco calcare...
Continua>>>


 
La Natura e i suoi Parchi
I Paesi e gli antichi Borghi della Val d’orcia sono terrazze naturali sulla Valle e dalle sue Torri e i suoi “poggi” si possono ammirare panorami che spaziano dagli Appennini fino al mar Tirreno.
Il territorio è un continuo variare di colori: dalla selvaggia Macchia Mediterranea, ai campi in fiore, dalle colline ordinate in filari di vigne e oliveti fino a salire ai castagni e alle imponenti e alte faggete.
Tra i “ calanchi” delle dolci colline, nei boschi o lungo i fossi, crescono spontanee le Orchidee selvatiche e si possono incontrare liberi gli Airone, i Daini, i Caprioli, le Poiane…

Un territorio da scoprire lungo antichi sentieri in mezzo a una natura di primitiva e naturale bellezza.
A confine fra la Val d’Orcia e la Maremma si erge isolato e imponente il grande gruppo vulcanico del Monte Amiata. La sua massa di roccia trachitica è completamente ricoperta di boschi di abeti, faggi e castagni. Le acque purissime che fuoriescono dalle sue sorgenti alimentano acquedotti e freschi ruscelli
Tutto il territorio è ricco di funghi e specie arboree e faunistiche protette come:

Il “biotipo di Macchia mediterranea di Montelaccio e Scarcera” posto alle “gole dell’Orcia, dove finisce la Maremma e si inizia a salire verso l’Amiata

Il “ biotipo dell’ Abetina Bianca” a Vivo d’Orcia che lo possiamo considerare una specie indigena del territorio dell’Amiata

La riserva naturale di Lucciola Bella posta nel cuore della Val d’Orcia aprotezione della fauna locale

La riserva naturale di Pigelleto sul Monte Amiata con i suoi boschi di abeti, carpini, aceri, gli olmi ecc.
Boschi antichissimi secondo Tito Livio già gli Antichi Romani utilizzarono per costruire le navi delle Guerre Puniche

La riserva naturale del Monte Labbro con le sue specie protette di fauna locale compreso il lupo, il capriolo, il cinghiale ecc.. oltre alle poiane, il biancone , il gheppio

 

 
 

NEWS - OFFERTE - LAST MINUTE
Da SIMONE MARTINI a LUZI fino ad arrivare alla Val d'Orcia
Il 23 dicembre nella
Continua>>>

“Arte in Cantina: Piero Ardenghi pittore”
Durante il periodo di
Continua>>>

CARO AMICO ti scrivo .... (così mi distraggo un pò!)
Dalla Somalia.
Due mesi per me sono un po’ troppo lunghi e il
Continua>>>

MOSTRA FOTOGRAFICA SULLO ZAMBIA
Nella Vecchia Cantina de ”il Vecchietta” a
Continua>>>

LETTERE DALLO ZAMBIA II°
A Kapepa c’è una piccola
Continua>>>